Funghi ripieni

funghi ripieni

Funghi ripieni

Cosa c’è di più sfizioso ed appagante, in autunno, del concedersi delle abbondanti scorpacciate di funghi? Si tratta di uno tra i più gustosi alimenti di stagione: ipocalorico e nutriente al tempo stesso, quindi indicato anche per chi è a dieta e, al tempo stesso, estremamente versatile. Tra le molteplici ricette a cui si prestano, ci focalizzeremo nello specifico sul come cucinare i funghi ripieni.

E’ questa una ricetta davvero semplice da realizzare ma che, al tempo stesso, costituisce un’autentica delizia per il palato, complici le molteplici varianti a cui si presta. Deliziosi sia come antipasto che come secondo, sono il piatto perfetto da preparare quando avete degli ospiti a casa. Andiamo dunque a vedere insieme come cucinare i funghi ripieni, per sorprendere piacevolmente i vostri amici commensali.
La varietà che meglio si presta a tale ricetta dei funghi ripieni è sicuramente quella dei funghi champignon, ancor meglio se particolarmente grandi sì da poter accogliere al meglio il ripieno. Le prime piogge autunnali, in tal senso, vengono in aiuto alla miglior riuscita della nostra ricetta, oltre ai funghi di allevamento possiamo utilizzare i funghi raccolti in bosco poiché sono proprio loro gli artefici della nostra ricetta.

funghi champignon

Funghi ripieni ricetta

Andiamo dunque nel dettaglio della ricetta e vediamo al fine come cucinare i funghi ripieni, Anzi tutto, aiutandoci con un coltello, separiamo il gambo dalla testa dei funghi e teniamolo da parte, ci servirà successivamente per la preparazione del ripieno. Con un panno umido provvediamo a rimuovere la terra dai funghi, eseguiamo quest’operazione di pulizia con estrema cura e delicatezza per non rovinarli. Proprio per tale ragione non è consigliabile pulire i funghi direttamente sotto il gettito d’acqua del rubinetto, il rischio principale infatti è quello che possano rompersi o spezzarsi.

Procediamo ora a tagliare a cubetti i gambi precedentemente messi da parte, riponiamoli in una scodella ed uniamoli ad aglio e prezzemolo per insaporire il tutto, pan grattato per dare maggior corposità al ripieno, aggiungendo infine sale e pepe a piacimento. Dopo aver amalgamato sapientemente il nostro composto, impreziosiamolo ulteriormente con l’aggiunta di un filo d’olio extravergine d’oliva.

A tal punto prendiamo le cappelle dei funghi, precedentemente separate dai gambi e, aiutandoci con un cucchiaio, cominciamo a riempirle con il nostro ripieno. Anche questa è un’operazione da eseguire con estrema cura, per evitare tanto di lesionare le pareti del fungo quando lo riempiamo, quanto di eccedere con il ripieno facendolo sbordare.

Completata la fase di riempimento, adagiamo i nostri funghi su di una teglia rivestita con della carta forno, avendo cura di disporli con il ripieno rivolto verso l’alto, inseriamo il tutto all’interno del forno, già precedentemente riscaldato, e lasciamo cuocere i nostri funghi per un quarto d’ora circa alla temperatura di 180 gradi.

Completata la cottura, sforniamo i funghi e, dopo averli disposti su di un piatto da portata, cospargiamoli con pepe e prezzemolo. Qualora la cottura dovesse essersi protratta più del dovuto e i funghi appaiono adesso eccessivamente secchi, è possibile ravvivarli aggiungendo un altro filo d’olio.

Funghi ripieni varianti

Come anticipato in precedenza, uno degli aspetti vincenti di questa ricetta è proprio la sua versatilità.

E’ possibile infatti aggiungere al ripieno del prosciutto oppure della pancetta a cubetti ma anche eventualmente del formaggio, in tal caso è particolarmente indicato l’emmental. Va da sé che, in tal caso, la vostra ricetta di funghi ripieni sarà forse meno ipocalorica, ma sicuramente ancor più saporita. Buon appetito a tutti.

Ricette funghi ripieni:

Ovuli ripieni al forno
Funghi ripieni (champignon)