Come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati

Come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati

Come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati

In molti chiedono consigli su come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati poiché si tratta di un piatto molto versatile, adatto a tutte le stagioni e soprattutto a tutti i gusti: piace ai bambini, che solitamente, nonostante non amino le verdure, apprezzano il sapore particolarmente delicato dei funghi surgelati; piace alle mamme e a chi lavora, perché si tratta di un piatto molto semplice e veloce da preparare; piace a chi è a dieta, perché si tratta di un primo piatto gustoso ma tutto sommato poco calorico, e non da ultimo piace ai vegetariani e ai vegani. Insomma, le tagliatelle ai funghi porcini surgelati rappresentano un piatto per tutte le occasioni, ed ecco dunque come cucinarle.

Ingredienti per 4 persone:
– 400 gr di tagliatelle all’uovo
– 300 gr di funghi porcini surgelati
– Una cipolla
– Uno spicchio d’aglio
– 50 gr di burro
– Prezzemolo tritato
– Parmigiano Grattugiato o in scaglie
– Peperoncino (opzionale)
– Olio extra-vergine d’oliva q.b.
– Vino bianco q.b.

Come prima cosa, parlando di come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati, occorre specificare come realizzare il condimento, ovvero quel bel sughetto denso a base di funghi che riesce a conferire alle tagliatelle un sapore speciale, intenso e gustoso. Va detto che, essendo i funghi surgelati già puliti e spesso anche tagliati, si risparmia molto tempo che altrimenti andrebbe dedicato a lavare e sminuzzare la verdura.

Invece la prima cosa da fare è prendere una padella molto capiente, metterla sul fuoco e versarci il burro e dell’olio extra-vergine d’oliva da far soffriggere con uno spicchio d’aglio e una cipolla finemente tritata. Dopo aver fatto soffriggere a fuoco lento per qualche minuto, l’aglio può essere tolto e può essere aggiunto del peperoncino fresco o in polvere. Dopo un paio di minuti sarà la volta dei funghi, che andranno versati ancora congelati e poi lasciati cuocere per una ventina di minuti a fuoco basso, avendo l’accortezza di coprire la padella con un coperchio per lasciarli dorare nella loro stessa acqua ed evitare che si secchino troppo.

Nel frattempo, in una pentola sufficientemente capiente, si può mettere l’acqua sul fuoco a bollire. Una volta che avrà raggiunto la temperatura di ebollizione, versate le tagliatelle e lasciatele cuocere per qualche minuto in meno rispetto a quanto indicato sulla loro confezione. La pasta andrà infatti prelevata al dente e versata nel sughetto di funghi, dove proseguirà la cottura per qualche altro minuto; per fare in modo che ciò avvenga, un paio di mestoli di acqua di cottura della pasta andranno versati nella padella e lasciati assorbire mescolando lentamente, questa volta senza coperchio. Nel frattempo, chi lo gradisce può lasciar sfumare qualche cucchiaio di vino bianco, mentre poco prima di servirle, le tagliatelle ai funghi porcini surgelati verranno insaporite ulteriormente da una manciata di prezzemolo finemente tritato e da scaglie di parmigiano reggiano (quest’ultimo ovviamente solo per chi lo gradisce e per i non vegani). Una volta portato in tavola, il piatto di tagliatelle ai funghi porcini surgelati va accompagnato da un buon vino bianco di quelli leggeri e corposi, leggermente frizzanti.

Come si è potuto vedere, la realizzazione di questo piatto è estremamente facile, tanto che può spingere a cimentarsi in cucina anche chi in vita sua non ha mai cucinato nulla. Anche il tempo di preparazione è decisamente in linea con i ritmi frenetici della vita quotidiana: poco meno di mezz’ora è infatti sufficiente per portare in tavola un piatto sano e gustoso, cucinato sul momento.

Gli ingredienti surgelati, in questo caso i funghi, all’occasione possono essere sostituiti da ingredienti freschi: per esempio questa ricetta in autunno può essere preparata utilizzando funghi appena colti o magari secchi.
Non solo: giocando con la fantasia, questo primo piatto può essere arricchito da ingredienti ancora più gustosi come la pancetta, il prosciutto a dadini o la panna.

Calorie

Di certo a risentirne è il quantitativo calorico, ma va detto che di per sé non si tratta affatto di un piatto calorico, poiché – preparato seguendo le nostre indicazioni su come cucinare tagliatelle ai funghi porcini surgelati – ogni porzione contiene meno di 500 calorie, per l’esattezza 456 calorie. Per ridurle ulteriormente si può eliminare il burro, ridurre il quantitativo di olio (sostituendolo magari con un paio di cucchiai in più di vino da sfumare) e soprattutto eliminare il formaggio in scaglie; l’apporto calorico di quest’ultimo, infatti, è decisamente sostanzioso. Eliminando questi ingredienti il piatto è forse meno gustoso, ma di certo più salutare. Del resto, eliminato il burro, il contenuto di grassi delle tagliatelle ai funghi porcini surgelati è decisamente irrisorio, ragion per cui non ci si deve preoccupare per la salute e i valori di colesterolo o trigliceridi.

Un’altra considerazione alquanto interessante va fatta a proposito del costo di questo primo piatto. In un periodo in cui la crisi economica si fa sentire e quando si fa la spesa si è fin troppo attenti al costo dei vari prodotti che si mettono nel carrello, è decisamente insolito poter portare in tavola un piatto così gustoso a un prezzo decisamente irrisorio: il costo della pasta è estremamente contenuto, e anche quello dei funghi surgelati, poiché mezzo chilo costa solo pochi euro. Per questo motivo le tagliatelle ai funghi porcini surgelati costituiscono un piatto ottimo da portare in tavola anche quando si hanno molti ospiti. Perfetto per l’inverno e l’autunno, in realtà va bene anche d’estate, proprio perché i funghi surgelati si trovano tutto l’anno e conservano inalterate tutte le loro molteplici proprietà nutritive.

Non tutti sanno infatti che i funghi contengono proteine – in primis lisina e triptofano – ma anche Vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti molto efficaci nel prevenire l’azione dei radicali liberi e l’eventuale insorgenza di patologie tumorali. Ma non finisce qui, perché grazie alle loro proprietà nutritive i funghi aiutano a contrastare le malattie cardiovascolari e prevengono il formarsi di pericolosi accumuli di colesterolo nelle arterie.

Insomma, cucinando un bel piatto di tagliatelle e funghi porcini si fa un favore sia al palato che alla salute!